The must-have tool for linux lovers

Nokia 770
 

Kirk a Enterprise: 2 da teletrasportare.

Questo giocattolino è veramente un oggetto fantascientifico: una via di mezzo tra un tablet PC e un PDA è un vero e proprio PC Linux, pensato per un uso domestico, per navigare in internet e ascoltare musica comodamente seduti sul divano o mentre si è a letto.
 
Quello che mi ha spinto all’acquisto  è stato sicuramente il gran parlare che se ne è fatto sui vari blog e riviste, ma sopratutto la superba qualità del display, che lo rendono abbastanza usabile malgrado le piccole dimensioni. 
 
Il display è sicuramente il punto di forza di questo dispositivo: ben 800×480 pixel, il tutto in pochi centimetri, tanto che la risoluzione dello schermo di avvicina ai famosi 300dpi considerati il minimo qualitativo per la carta stampata.
Devo dire che non avevo mai visto un display così bello!

Un cuore open

 
 Tutto il sistema e la piattaforma di sviluppo sono disponibili sul sito www.maemo.org, sul quale si possono anche trovare numerosi pacchetti già compilati pronti da installare tramite una comoda intefaccia grafica.

Prove su strada

Per ora l’uso che ne ho fatto è stato:

 
  • navigazione in rete
  • lettura posta su GMail e composizione di qualche messaggio
  • ascolto musica in streaming
  • visione di video in streaming (in bassa risoluzione)
  • visione di video MPEG4 in risoluzione ottimizzata (circa 400x…), non male davvero
  • lettura feed RSS e podcasting
  • lettura e-book
  • disegni con TuxPaint (i miei figli di 3 e 6 anni)
  • giochini vari (i miei figli di 6 e 15 anni e ovviamente il sottoscritto)
  • ascolto mp3 salvati sulla memory card

Nessuno è perfetto…

Il Nokia 770 ha evidenziato qualche limite per la bassa quantità di RAM presente (64MB senza swap) e per la CPU un po’ spompata sulle operazioni che comportano l’elaborazione di grosse quantità di dati ( un display così grande comporta infatti lo spostamento di grosse moli di dati).

 
 
 Un problema analogo si presenta se volete usarlo per visualizzare fotografie a risoluzione elevata (>1024x…), il visore interno ci mette troppo tempo a caricarle e a passare da un’immagine alla successiva. Anche la lettura dei PDF soffre dello stesso limite, con in aggiunta il difetto del visore che quando è a tutto schermo non dispone di un tasto per passare alla pagina successiva (occore aprire il menu, mentre essendo la scelta più probabile e frequente, meriterebbe un tasto dedicato), sorprende che la Nokia, da sempre maestra in termini di usabilità, abbia dedicato così poche risorse nello sviluppo del 770.

Conclusione 

 
La mia impressione è che sia un ottimo prototipo ma non ancora adatto al grande pubblico, la strada è però quella giusta e penso che vedremo dei modelli migliori nel prossimo futuro.
It's only fair to share...Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInPin on PinterestShare on RedditShare on Google+

2 Responses to “Nokia 770”

  • floriana

    ciao, preso anch’io il 770
    devo dire che si rallenta molto mentre lo usi e cominci ad aprire un po’di roba, speriamo migliori
    una domanda, anch’io ho scaricato tuxpaint l’ho installato ma non si apre, tu da dove lo apri?
    ancora una cosa, hai installato un PIM?
    se si’, quale?
    ciao grazie, floriana

  • Alessandro Pasotti

    Si, ho installato tuxpaint e lo apro normalmente dal menu, sotto extra (però ci mette un 30 secondi a partire).

    Infatti tutto quello che installi tu compare sotto Extra.

    Non ho ancora installato un PIM e non so se lo farò, comunque ho sentito parlare molto bene di GPE PIM suite.

    Il fatto è che l’uscita del nuovo firmware tanto atteso, dovrebbe essere questione di giorni (speriamo!) e quindi tutto quello che installi verrà allegramente sovrascritto quando lo aggiornerai (ovviamente se lo farai).

    Altro problema è che ci sarà una fase di incompatibilità tra i pacchetti .deb per il vecchio e il nuovo firmware.

    Stiamo a vedere.

    Quello che è sicuro è che il prodotto non è maturissimo, in fondo è il primo del suo genere ed è abbastanza innovativo, altro che origami!

    Detto ciò, non posso che confermare le prime impressioni, aggiungerei solo che malgrado i difetti, lo uso tantissimo e lo ricomprerei di corsa, sopratutto da quando ho scoperto maemo-mapper.

    Ciao